UN ECCEZIONALE REGALO DI NATALE PER LA MILANO CHE AMA LA MONTAGNA

Matteo Della Bordella, uno dei più noti e premiati giovani alpinisti italiani, sarà all’Auditorium San Fedele domenica 18 dicembre alle ore 20.30 con il suo spettacolo di immagini e video “La via meno battuta. Tutto quello che mi ha insegnato la montagna”. Dopo innumerevoli ascensioni e spedizioni in tutto il mondo, racconterà la sua spettacolare impresa sul Cerro Torre, i drammatici momenti vissuti dagli amici scomparsi, le suggestive esplorazioni e le scalate in Groenlandia e nell’isola di Baffin in Canada, percorse a piedi, sugli sci e in kayak. E, dulcis in fundo, le sue attività per la sostenibilità e rigenerazione delle Montagne.

La serata, a ingresso gratuito con registrazione obbligatoria sul sito Ticketmaster.it, sarà introdotta da Giuseppe Zamboni ed è l’evento conclusivo di ALPI:The Regeneraction Way 2022, manifestazione organizzata da Aldo Faleri con Adalberto Muzio e Stefano Cozzi per OCSALP-Osservatorio delle Culture e Sport Alpini in occasione della Giornata Internazionale della Montagna l’11 dicembre e mentre volge al termine l’Anno internazionale dello Sviluppo sostenibile della Montagna, proclamato da ONU e FAO per questo 2022. Grazie alla preziosa collaborazione di DF-Sport Specialist, di cui Matteo Della Bordella è ambassador, e delle aziende FIMA Arredo urbano e Geoapp Italia, le appassionate e gli appassionati di Montagna troveranno sotto l’albero natalizio un bellissimo regalo e potranno conoscere una delle stelle nascenti dell’alpinismo mondiale.

Matteo Della Bordella conferma e rinnova la grande scuola alpinistica italiana e ne riafferma il prestigio nel mondo, combinando sempre alpinismo ed esplorazione, in uno stile nuovo e rispettoso dell’ambiente messo in pratica con spedizioni ‘by fair means’ in completa autonomia. La sua attività sportiva gli è già valsa la nomina nel 2018 a presidente dello storico sodalizio dei Ragni di Lecco e prestigiosi riconoscimenti tra cui il premio Riccardo Cassin, due volte, il premio Grignetta d’Oro e il recentissimo premio Marcello Meroni. Si preoccupa attivamente della natura, non solo alpina, con il progetto Climb&Clean, avviato insieme al collega Massimo Faletti per la rigenerazione delle Montagne.

Tra le imprese di alpinismo ed esplorazione di Matteo Della Bordella vogliamo segnalarne due in particolare:

– nel 2014 con Silvan Schüpbach e Christian Lederberger apre una nuova via sullo Shark’s Tooth in Groenlandia in perfetto stile alpino dopo avvicinamento in kayak (210 km) e a piedi (25 km). La via di 900 metri è una delle più grandi realizzazioni alpinistiche di tutti i tempi in arrampicata libera;

– nel 2016 con i quattro compagni di spedizione Luca Schiera, Matteo De Zaiacomo, Nicolas Favresse e Sean Villanueva percorre con gli sci 250 km sull’Isola di Baffin (Canada) e ritorna in kayak dopo 45 giorni di arrampicate nella Stewart Valley.

OCSALP

Osservatorio delle Culture
e degli Sport Alpini


ESPLORA

Abbiamo il desiderio di comunicare la capacità di adattamento e l’intelligenza delle comunità montane, che con i loro complessi territori e le scarse risorse si modellano e vivono in simbiosi con la natura

Ci piacerebbe convincere e stimolare le comunità urbane che questi modelli possono essere sviluppati nel nostro futuro prossimo anche in contesti diversi dalla montagna, che sono modelli sostenibili che comprendono la natura, la salvaguardano, non la sfruttano.


CONTATTACI

Luoghi dove il quotidiano impegno individuale, nella storia e nel presente, ha costruito il modello sociale di sopravvivenza della comunità; dove le risorse naturali, le coltivazioni, l’allevamento e la produzione di beni, assumono un’aura di necessità e non hanno valore di rappresentazione tipico della società urbanizzata.